Le soft skill che il manager del futuro non può non avere

  • 08/11/2019
  • 09:00
Tags:
  • Insights
Le soft skill che il manager del futuro non può non avere
Problem solving, creatività, gestione del tempo e dello stress. Sono alcune delle caratteristiche che sempre più imprenditori e responsabili delle Risorse Umane desiderano in un middle manager.

Problem solving, creatività, gestione del tempo e dello stress. Sono alcune delle caratteristiche che sempre più imprenditori e responsabili delle Risorse Umane desiderano in un middle manager. Parliamo di soft skill, quelle competenze trasversali non relative a un ruolo specifico ma legate ai tratti della personalità e agli atteggiamenti di un professionista, che possono essere esercitate e sviluppate.

Il World Economic Forum ha individuato quelle che saranno al primo posto nel prossimo futuro: pensiero analitico, capacità di innovazione, ma anche creatività, resilienza e flessibilità. “Le abilità sociali, comunicative, gestionali sono fondamentali per fare la differenza, talvolta contano di più delle hard skill”, spiega Matteo Agrifoglio, Executive Director Centro Sud di Spring Professional. Abbiamo chiesto a lui quali sono le soft skill che un manager deve coltivare.

Leggi l'articolo completo