A&T: un’occasione di confronto e crescita per aziende di ogni dimensione

  • 18/02/2019
Tags:
  • Insights

Cosa serve alle aziende per crescere? Visione imprenditoriale, strumenti finanziari, un ecosistema normativo e strutturale adatto. Ma anche disponibilità di professionalità adeguate e la possibilità di conoscere e condividere metodi e strumenti di innovazione. Ad A&T, la fiera dedicata a Industria 4.0, misure e prove, robotica e tecnologie innovative (Oval Lingotto Fiere di Torino, dal 13 al 15 febbraio) sono questi ultimi due aspetti ad essere affrontati e approfonditi in un programma denso di possibilità di confronto e scambio di esperienze.


Cosa serve alle aziende per crescere? Certamente visione imprenditoriale, strumenti finanziari, un ecosistema normativo e strutturale adatto. Ma anche disponibilità di professionalità adeguate e la possibilità di conoscere e condividere metodi e strumenti di innovazione. Ad A&T - Automation & Testing, la fiera dedicata a Industria 4.0, misure e prove, robotica e tecnologie innovative che si è tenuta presso l'Oval Lingotto Fiere di Torino dal 13 al 15 febbraio 2019; sono stati affrontati soprattutto questi ultimi due aspetti, in un programma denso di possibilità di confronto e scambio di esperienze.
“A&T è una fiera dedicata al mondo industriale e manifatturiero, e non possiamo dimenticare che in Italia questo mondo è composto al 95% dal Piccole e medie industrie”, spiega Luciano Malgaroli, General Manager della manifestazione fieristica piemontese. “Per questo abbiamo costruito un palinsesto che ha come obiettivo proprio quello di favorire la condivisione di saperi ed esperienze fra grandi realtà internazionali e aziende del territorio”. Con un percorso espositivo che si snoda in maniera logica fra 4 grandi aree: Progettazione, Produzione, Affidabilità e Logistica all’interno delle quali è stato possibile trovare aziende che proponessero soluzioni innovative e momenti di confronto e approfondimento con grandi player dei diversi settori.
“Per capire il livello degli interventi, Thales Alenia Aerospace e Leonardo hanno presentato un’esperienza di utilizzo della realtà virtuale per la formazioni in ambito aerospaziale”, spiega ancora Malgaroli. Anche il settore automotive ha avuto presenze di rilievo come Italdesign Giugiaro, protagonista di un evento sul trasporto elettrico, e il Centro Ricerche Fiat e FCA Group con una parte espositiva oltre che un momento di presentazione dei progetti di ricerca più innovativi.

Fra progettazione e produzione 

Fra gli altri esempi delle tecnologie presenti in Fiera; uno spazio dedicato alla stampa in 3D di parti in metallo, che potrà sostituire la realizzazione di singole componenti fatta sinora con macchine utensili. “Nell’area dedicata alla Produzione è stato possibile toccare con mano una vera smart factory, dove vedere all’opera veicoli con guida autonoma e i robot collaborativi, che saranno sempre più utilizzati soprattutto dalle PMI”, suggerisce il General Manager. “I robot collaborativi hanno il vantaggio di non togliere posti di lavoro, perché possono sostituire il lavoratore nelle mansioni più pesanti o ripetitive, ma hanno sempre bisogno della sua testa per poter funzionare”. Molte le soluzioni innovative presenti anche nel settore delle misurazioni e della Logistica, dai muretti intelligenti che possono muoversi da soli a soluzioni innovative di magazzini verticali. “Anche questo un settore dove l’innovazione può davvero fare la differenza, se consideriamo che un colosso come Amazon è diventato l’azienda di successo che è proprio per le soluzioni logistiche”.

Competence Center

A&T è stata anche anche l’occasione per le aziende di entrare in contatto con i Competence Center, i centri voluti dal piano Industry 4.0 per mettere a sistema le competenze di studio e progettazione delle Università con la capacità di tradurli in progetti realizzabili da parte delle imprese. Gli 8 Competence center creati nelle varie aree del paese si basano appunto sulla collaborazione fra Atenei e grandi e piccole imprese, con l’obiettivo di far condividere saperi e competenze con tutto l’ecosistema produttivo territoriale. I Competence Center sono stati presentati nel corso di un convegno giovedì 14 febbraio alle 10,30.

L’importanza della formazione

Lo confermano tutte le ricerche: avere le competenze giuste è il requisito indispensabile per rimanere competitivi sui mercati. Competenze che si possono far maturare all'interno, con dei piani di formazione, oppure si possono ricercare all'esterno, individuando i profili più adatti al proprio profilo aziendali. In entrambi i casi un supporto professionale può consentire di fare la scelta migliore, risparmiando tempo e risorse economiche. Per questo i consulenti di Spring hanno presenziato ad A&T, per presentare i propri servizi e l’opportunità di consulenze mirate per i bisogni specifici delle singole imprese.

Inoltre, nella giornata del 15 febbraio  -  Spring è stata tra i protagonisti del convegno: “L’importanza del Capitale Umano nel modello di azienda competitiva”. Moderato da Francesco Cancellato, Direttore Responsabile di Linkiesta. Il confronto ha dato voce a testimonianze d’eccezione su come sia possibile trasformare le soft skill delle persone in valore aggiunto per l’impresa, in un contesto di Industria 4.0. In apertura Cristina Cancer, Head of Talent Attraction & Academic Partnership di The Adecco Group. A seguire, una tavola rotonda dove sono intervenuti Pietro Valdes, Managing Director di Spring,  Adriano Caponetto di CHRD – Bitron, Mirko Otranto di SEW-EURODRIVE e Yamila Cerrotta di Tenaris. Il convegno è stato chiuso da Claudio Rosso di AICQ Nazionale. Durante la conferenza è stata messa a disposizione la propria expertise nel mondo HR per presentare strategie di successo durante un’epoca in continua evoluzione. 

Vuoi saperne di più? Trovi qui tutte le informazioni sull'evento A&T - Automation & Testing